Goloso e Curioso
A

A "BENVENUTO BRUNELLO" (19-22 FEBBRAIO) C'E' ANCHE BOTTEGA CON I SUOI GIOIELLI TOSCANI

Bottega partecipa a Benvenuto Brunello, nota manifestazione che si tiene a  febbraio a Montalcino per presentare il debutto dell’ultima annata del celebre Brunello. Quest’anno sarà protagonista il vino ottenuto con uve della vendemmia 2011, che viene reputata una delle migliori degli ultimi vent’anni.

Bottega ormai da anni opera nella capitale toscana del vino con una propria cantina a gestione diretta, dove oltre al Brunello vengono prodotti il Rosso di Montalcino Doc e il Sant’Antimo Rosso Doc. L’azienda trevigiana ha esteso a Montalcino la propria produzione di vini di qualità con l’obiettivo di offrire al consumatore con lo stesso brand le eccellenze enologiche italiane. In Toscana, oltre ai vini dell’area Montalcino, Bottega produce un Bolgheri Rosso Doc, un Chianti Classico Docg Riserva, un Chianti Classico Docg e un Chianti Docg.

I vini rossi toscani rappresentano la categoria merceologica che maggiormente ha contribuito alla crescita del fatturato di Bottega S.p.A. Nello specifico il Brunello rappresenta un importante veicolo di traino per l’export dell’azienda e nel corso del 2015 è stato distribuito in 48 paesi. Italia, Germania, Svezia, Svizzera sono stati i mercati più significativi. Tra le curiosità statistiche sottolineiamo che il Brunello Bottega è presente in Polinesia francese e nelle Seychelles.

La cantina di Montalcino, sita in località Il Colombaio in direzione Castiglion del Bosco, regala a chi si appresta a raggiungerla una panoramica sulle dolci colline della Val d’Orcia. In questa struttura vengono vinificate le uve di Sangiovese, che danno vita al Brunello. La lenta maturazione in botti di rovere consente al vino di acquisire il carattere che lo contraddistingue.

In occasione di Benvenuto Brunello Bottega presenterà anche un Brunello Riserva 2010 Prêt-à-Porter. La peculiarità di questo vino è di aver subito un invecchiamento di sei anni che ne esalta la personalità. La stilista americana Denise Focil ha creato per Bottega una bottiglia fashion di immediato impatto. La tradizionale bottiglia è stata infatti arricchita da un’etichetta stampata su di un rettangolo di ecopelle marrone, incorniciato da una serie di borchie metalliche. La stilista ha inoltre ideato un astuccio a misura di bottiglia: anch´esso in ecopelle, è dotato di una tracolla per “trasportare” con classe e femminilità il pregiato contenuto.

Una grappa di Brunello di Montalcino e un olio di oliva Bio completano un assortimento incentrato sulle potenzialità di un territorio di grande tradizione enogastronomica.

 

Bottega

L’azienda Bottega, guidata da Barbara, Sandro e Stefano Bottega, è al tempo stesso cantina e distilleria. Fondata nel 1977 da Aldo Bottega con la denominazione Distilleria Bottega, l'azienda ha sede a Bibano di Godega (TV), 50 km a nord di Venezia, dove produce grappe, vini e liquori che si rivolgono a un target di livello alto e medio alto. Tra le grappe, commercializzate con i marchi Alexander e Bottega, si distinguono le pregiate selezioni di monovitigni e i distillati maturati in barrique. La gamma dei vini Bottega comprende il Prosecco, tra cui il noto Bottega Gold, e altri spumanti di grande personalità. In due cantine a gestione diretta, in Valpolicella e a Montalcino vengono prodotti Amarone, Ripasso, Brunello di Montalcino e altri grandi rossi. Completano l’offerta Bottega i liquori alla frutta e alle creme, tra cui Limoncino, Gianduia, Fiordilatte. L’azienda, che nel 2013 si è trasformata in Bottega S.p.A., distribuisce i propri prodotti in oltre 120 paesi nel mondo.

 

Tutti gli articoli >

Roberto Vitali
A "benvenuto brunello" (19-22 febbraio) c'e' anche bottega con i suoi gioielli toscani

Roberto Vitali

Roberto Vitali

Laureato in Lettere alla “Cattolica” di Milano, ho cominciato durante l’università a scrivere per il quotidiano della mia città, “L’Eco di Bergamo”, al quale – pur essendo oggi in età di pensione – continuo a collaborare sia sul cartaceo che sul sito web. Sono stato addetto stampa di enti pubblici, direttore di Teleorobica, direttore-editore del mensile “Bergamo a Tavola” (1986-1990)  poi trasformato in  “Lombardia a Tavola” (1990-2002) e poi venduto (oggi vive ancora trasformato in "Italia a Tavola"). Mi sono sempre occupato, oltre che della cronaca bianca della mia città, di enogastronomia e viaggi. Ho collaborato alla Rai-Gr1, vinto premi giornalistici in tutta Italia e scritto qualche libretto, tra cui “La cucina bergamasca – Dizionario enciclopedico” e una Guida dei ristoranti di Bergamo città e provincia. Mi piace l’Italia e tutto quello che di buono e bello sa offrire. Spero, con i miei scritti, di continuare a farla amare da tanti altri lettori. 338.7125981

Inserisci il tuo commento

Titolo
Commento rilasciato da
Email
Commento
Valutazione

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy
Nome e Cognome
Email
Telefono
Paese
Messaggio

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy

CAPTCHA Image
[ Cambia codice ]

Per poter inviare il messaggio inserisci qui il codice di sicurezza
Editore

Editore del Goloso & Curioso è la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»

Iscriviti alla Newsletter