Goloso e Curioso
4 Rose Camune  al  Donna Marta  Rosso della Valcalepio

4 Rose Camune al Donna Marta Rosso della Valcalepio

Dopo le importanti valutazioni ottenute nei concorsi enologici internazionali di  Berlino, Bruxelles e Londra, un altro importante riconoscimento è arrivato per la Tenuta Le Mojole  di Castelli Calepio (Bg): la guida Viniplus 2018 della Associazione Italiana Sommelier assegna 4 Rose Camune al Donna Marta Rosso 2012.  Il massimo della valutazione è stato dato a un vino che rispecchia a pieno le caratteristiche dell’enologia locale, da vigne ben soleggiate e coltivate con cure molto attente.

 

Un riconoscimento particolarmente gradito ed importante, che va a premiare il grande lavoro fatto in vigna e in cantina da Marta Mondonico, titolare dell'azienda,  insieme ai suoi più stretti collaboratori: Matteo Pinzetta agronomo, Paolo Posenato enologo e Lorenzo tra i filari. 



Il Donna Marta Rosso è un IGP Bergamasca Rosso, prodotto per la prima volta nel 2002 con uve Cabernet Sauvignon 60% e Merlot 40%. I vigneti di circa 25/30 anni si trovano sulla collina di Tagliuno di Castelli Calepio. La densità di impianto è di 4.500 ceppi per ettaro con una resa di 60/70 quintali.


Dopo la  vendemmia fatta a mano si procede con una diraspatura molto delicata. A seguire la malolattica in acciaio e poi  il  vino viene passato in tonneaux di rovere francese per 20/24 mesi. Imbottigliamento e ulteriore affinamento in vetro di 6 mesi prima della commercializzazione. Una produzione di nicchia che i veri intenditori non tarderanno a degustare. www.lemojole.it

Tutti gli articoli >

Roberto Vitali
4 rose camune al donna marta rosso della valcalepio

Roberto Vitali

Roberto Vitali

Laureato in Lettere alla “Cattolica” di Milano, ho cominciato durante l’università a scrivere per il quotidiano della mia città, “L’Eco di Bergamo”, al quale – pur essendo oggi in età di pensione – continuo a collaborare sia sul cartaceo che sul sito web. Sono stato addetto stampa di enti pubblici, direttore di Teleorobica, direttore-editore del mensile “Bergamo a Tavola” (1986-1990)  poi trasformato in  “Lombardia a Tavola” (1990-2002) e poi venduto (oggi vive ancora trasformato in "Italia a Tavola"). Mi sono sempre occupato, oltre che della cronaca bianca della mia città, di enogastronomia e viaggi. Ho collaborato alla Rai-Gr1, vinto premi giornalistici in tutta Italia e scritto qualche libretto, tra cui “La cucina bergamasca – Dizionario enciclopedico” e una Guida dei ristoranti di Bergamo città e provincia. Mi piace l’Italia e tutto quello che di buono e bello sa offrire. Spero, con i miei scritti, di continuare a farla amare da tanti altri lettori. 338.7125981

Inserisci il tuo commento

Titolo
Commento rilasciato da
Email
Commento
Valutazione

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy
Nome e Cognome
Email
Telefono
Paese
Messaggio

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy

CAPTCHA Image
[ Cambia codice ]

Per poter inviare il messaggio inserisci qui il codice di sicurezza
Editore

Editore del Goloso & Curioso è la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»

Iscriviti alla Newsletter